Saluto di congedo del Dirigente Scolastico Acquaro

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Quest’anno,dal 1 settembre 2017, insieme ad altri sette insegnanti, lascio il servizio per essere collocata in pensione.

     Inizierò un’altra fase della vita da molti sperata, da altri demonizzata. Che cosa mi riservera’ il futuro?

     Oggi grazie a nuovi stimoli e nuove prospettive di vita, certamente con le sette compagne di viaggio, non ci annoieremo perche’ abbiamo tanti progetti in cantiere. Abbiamo svolto questo lavoro con passione e dedizione, speriamo di lasciare un buon ricordo a quanti ci hanno conosciute.

     Il lavoro che abbiamo svolto e’ frutto di libera scelta, abbiamo realizzato il nostro sogno lavorativo, cosa che oggi solo a pochi è concesso fare, per questo ci riteniamo fortunate ed appagate nelle aspettative.

     Io, dopo trent’anni di docenza nei licei, ho ripreso a studiare e sono diventata Dirigente. Non ho mai chiesto in questi anni il trasferimento in altra scuola, lo avrei avuto, perché ho sempre lavorato tra persone che mi volevano bene dai docenti al personale ATA, ai molti genitori e soprattutto ho sentito a pelle l’affetto degli alunni.   Penso che per chi opera nella scuola, questo sia il meglio che ci si può aspettare. Ciò che conta, soprattutto in un ambiente educativo, sono oltre alla competenza, i sentimenti e l’esempio.

     Mi sono affezionata a tutti voi ed ho cercato di interpretare e venire incontro alle vostre esigenze ed a creare un ambiente sereno ed accogliente in cui operare nel quotidiano.

     Come docente ho sempre amato le innovazioni, sono andata alla ricerca di nuove strategie per coinvolgere gli alunni e farli appassionare, oggi sono quasi tutti genitori e professionisti stimati e con molti di loro conservo un amichevole rapporto.

     Quando sono arrivata nel plesso “Lorenzini” , non sapevo di trovare una realtà difficile. Il mio primo obiettivo è stato quello di difendere la scuola e di trovare un modo per farla risorgere,

     non so’ se ci sono riuscita, ma credo che con la collaborazione di tutti sono riuscita a cancellare l’ombra di passato non del tutto felice,grazie anche all’accorpamento con gli altri due plessi di via Polibio e di via Val d’Aosta.

     Ho sempre creduto nel ruolo determinante ed insostituibile della Scuola, ho sempre riposto fiducia in tutte le risorse umane e sono stata sempre convinta che senza conoscenza non c’è crescita, né futuro.

     Quando sono passata da docente a dirigente, sono sempre stata dalla parte dei docenti, li ho sempre difesi, perché la docenza è rimasta nel mio DNA e perche’non c’e’ buona dirigenza senza un corpo docente opportunamente incoraggiato e valorizzato.

    La trasparenza e la legalità sono stati inoltre due punti fermi nel mio percorso in quanto credo in una scuola senza individualismi nella quale si lavora in” team” e dove il confronto ed il dialogo diventano strumenti indispensabili per raggiungere gli obiettivi prefissati.

     Insieme ai docenti ho accolto la sfida dell’autonomia, della Legge 107 e messo a punto un vero e proprio cantiere di programmazione che va oltre le lezioni curricolari, per questo devo ringraziare le insegnanti Diana De Luca e Cetty Forleo la cui competenza e disponibilità sono risultate particolarmente preziose. E’ l’inizio di un lavoro che richiederà impegno e voglia di cambiamento in itinere e sono sicura che ne sarete all’altezza.

     Quanto realizzato è anche dovuto alla sinergia ed alla collaborazione con il DSGA: la dott.essa Anna Maria Rochira è una persona fantastica, è il DSGA che tutti i dirigenti vorrebbero avere per le sue capacità, disponibilità, equilibrio e senso di responsabilità.   Non finirò mai di ringraziarla!

     Ringrazio tutti i docenti con i quali ho condiviso tutti i momenti della mia attività lavorativa, vorrei nominarli tutti perché da ognuno di loro ho imparato qualcosa. Li invito a conservare la passione e l’entusiasmo, insegnare è la più bella professione del mondo in quanto permette di cambiare in meglio la società.

     Ringrazio in modo particolare i docenti Roberto Ceci,Gloria Pizzinni, Diana De Luca, Cetty Forleo, Ugo Gelli che in modo più diretto hanno condiviso con me la gestione della scuola.

     Non dimenticherò mai la disponibilità di Roberto che fino a tarda ora si è preoccupato di formulare orari e circolari, di organizzare con grande competenza le attività musicali; l’amicizia e la capacità di mediazione di Gloria, la determinazione e la passione per il cambiamento di Cetty, la dolcezza e la collaborazione di Diana, le attenzioni ai bisogni educativi di Ugo.

     Ringrazio tutto il personale della Segreteria, sempre attento e responsabile.

     Come dimenticare ancora la professionalità e la simpatia di Lucia, la gentilezza e la sensibilità di Maddalena e di Maria Rosaria, la precisione e l’efficienza di Adele, la disponibilità e la schiettezza di Cinzia, l’irruente ansia lavorativa di Sonia, la comunicabilità e l’attenzione di Annarita.

     Così come non potrò dimenticare il contributo dei Collaboratori scolastici la cui disponibilità non è mai venuta meno, soprattutto nei momenti difficili. Li ringrazio tutti, in particolare Liliana Lumaca che mi ha aiutata a smaltire gli appuntamenti quotidiani di una presidenza la cui porta è stata sempre aperta.

     Rivolgo il mio saluto al Consiglio di Istituto ed al suo Presidente, con cui ho lavorato in piena sintonia e il cui aiuto in alcuni momenti è stato decisamente prezioso.

     Ringrazio tutte le Associazioni, la Protezione Civile, gli Enti locali che hanno collaborato con la scuola per favorirne la crescita culturale,morale e civile.

     Ringrazio i genitori che sono una componente essenziale del processo educativo e senza i quali la scuola non potrebbe ottenere i risultati sperati.   Oggi, hanno un ruolo difficile da svolgere, in quanto sono venuti meno molti dei valori sui quali le generazioni passate hanno fondato la loro formazione.

     Notevole è stato il contributo di collaborazione che le famiglie mi hanno offerto in questi anni, in particolare ringrazio l’avvocato Gianni Brunetti, genitore esemplare, sempre disponibile a venirmi incontro ed a darmi la sua preziosa collaborazione.

     Auguro a tutti i genitori brillanti risultati per i propri figli nello studio e nella vita.

     Un affettuoso saluto va agli alunni, sono convinta che mi mancheranno, ne’ potrò mai dimenticare le tante manifestazioni di affetto ricevute. Auguro un futuro sereno e denso di soddisfazioni a tutti affinche’ possano esprimere le proprie potenzialità per realizzare i loro sogni.

     A tutti, con affetto e gratitudine auguro “Buona strada”.

     Carmen Acquaro.